Per tutte le novità, le attività in corso e gli aggiornamenti sui progetti, vi invitiamo a visitare la pagina news oppure i nostri social networks




Mi presento sono paesaggio

è un progetto realizzato dal Museo Naturalistico dell’Ente Parco Sasso Simone e Simoncello, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Pennabilli e diverse Associazioni locali. Il progetto è finanziato dal bando regionale “Io Amo i Beni Culturali” e prevede la realizzazione di ricerche sui temi del territorio da parte degli studenti della scuola secondaria di primo grado. Il risultato è una mostra multimediale-interattiva che arricchirà i contenuti del Museo Naturalistico, con informazioni, storie, immagini, interviste, mappe, illustrazioni, fotografie e molto altro, legato al paesaggio locale.

Per maggiori informazioni clicca qui




Paesaggi migranti

Paesaggi Migranti è un progetto culturale che coinvolge artisti, architetti, designer, artigiani, educatori in azioni di ricerca, valorizzazione e comunicazione che riguardano il paesaggio. Interviene su uno spazio pubblico affinché diventi luogo capace di comunicare gli aspetti più interessanti del paesaggio, progettando oggetti, installazioni, percorsi e modalità di comunicazione attive e performative. Coinvolgere le comunità in un percorso di dialogo e partecipazione è il punto di partenza, riuscire a trasmettere informazioni e suggestioni sulla geografia dei luoghi ad un pubblico ampio è il risultato che il progetto vuole ottenere.

Per maggiori informazioni clicca qui




Adolescenti a Rimini

Un progetto di mappatura dei servizi, dei progetti e delle opportunità per i giovani da 11 ai 17 anni nel distretto Rimini Nord attraverso la creazione di una mappa emozionale della Valmarecchia e di alcune infografiche.

Per maggiori informazioni clicca qui




Hi Jack!

è un progetto che sperimenta una strategia di valorizzazione di Costa Ata, un piccolo borgo della Pedemontana del grappa attraverso il racconto di una storia. Quella di Giovanni Dalla Costa, migrante e successivamente pioniere della corsa all’oro in Alaska, la cui vita avventurosa diventa il filo conduttore di una serie di attività che si svolgono nel borgo stesso, grazie al coinvolgimento di abitanti, di esperti locali e non, di artisti provenienti da diversi ambiti creativi.

Per maggiori informazioni clicca qui




Primo viaggio intorno a

è un format proposto da Chiocciola la casa del nomade a scuole, amministrazioni, associazioni, che intendono avviare azioni di valorizzazione / comunicazione del proprio territorio, attraverso il coinvolgimento di bambini e ragazzi in attività di ricerca e racconto dei luoghi dove vivono.

Interviste, cartografia partecipata, raccolta di documenti e storie, fotografie, video e suoni - che possono produrre mostre, installazioni, siti web, microeditoria, audioguide.

Per maggiori informazioni clicca qui




Selvatica

è un format proposto da Chiocciola la casa del nomade a tutti quei bambini che hanno il piacere di passare del buon tempo in mezzo alla natura più selvaggia, esplorando luoghi abbandonati, sconosciuti, fuori dai sentieri e dalle vie abituali, alla ricerca di storie (reali o inventate), di forme di vita, di rocce, di acque. Ma anche attività di contatto con l’ambiente rurale, le sue tradizioni, il cibo - e con la comunità che li ospita.

Per maggiori informazioni clicca qui




Augh! Giornalisti con la Penna

è la redazione che racconta il Festival “Artisti in Piazza”, uno dei più riconsciuti festival di Arte di Strada a livello europeo. Un’occasione per vivere il festival da vicino: incontrare gli artisti, scoprire i retroscena, raccogliere le opinioni, giocare con videocamere, microfoni e macchine da scrivere, capire come un evento come questo porta cultura e innovazione.

Per maggiori informazioni clicca qui




Piccolo Festival dei Meloni

è l’iniziativa che ha dato origine al progetto Hi Jack, tutt’ora in corso. Nasce nel 2012 dalla volontà di alcuni abitanti del borgo di risolvere un problema di abbandono rifiuti nell’adiacente Valle dei Meloni. Per due estati, la raccolta dei rifiuti è stata accompagnata da numerose attività, realizzate nel borgo, attraverso la condivisione di saperi vari. Arte, agricoltura, cura del bosco e degli spazi comuni, memoria, riapertura dei sentieri, proiezioni, letture, laboratori per bambini, come pratiche di partecipazione e di cittadinanza attiva. Nella sua breve esperienza ha permesso di individuare i valori e le criticità del borgo, portando l’associazione a scegliere la storia di Jack Costa come leva su cui agire nel corso del tempo.

Per maggiori informazioni clicca qui e qui




Nostalgia of Unknown Places

è un progetto di ricerca sui luoghi immaginati, prodotto attraverso un viaggio tra le comunità armene di Bucarest, Sofia, Plovdiv, Salonicco, Atene, Istanbul e Tblisi; cercando lungo il percorso le immagini evocate dai loro racconti.  Nostalgia of Unknown Places è’ un tentativo di considerare l’immaginazione come un possibile (quanto utopico) terreno comune, per sviluppare un senso di appartenenza ad una collettività, come possibilità altra rispetto ai tradizionali paradigmi di riconoscimento.

Il progetto è stato finanziato dal bando Movin’up (circuito GAI - Mibac) e da European Cultural Foundation.

Per maggiori informazioni clicca qui